Io dico che la foto parla da sola! La mia coraggiosa, presente, solida Raffy era davvero bellissima, ieri, 18 dicembre 2010, mentre sorrideva ad un certo fotografo di nostra conoscenza. Mi commuovo ogni volta che la riguardo, perchè la sposa era davvero splendida, e io non ero lì. La bottega e i suoi numerosi nuovi amici, richiedono dedizione, passione e in questo periodo anche velocità per realizzare le composizioni che mi vengono commissionate. Anche se a sposarsi è tua cognata… anche se vorresti essere lì a disporre le composizioni che hai creato per lei, e a vederla entrare in municipio al braccio di quello che  è diventato suo marito, il fratello del tuo, di marito. Anche se ci sono parenti venuti da lontano per festeggiare gli sposi, persone che avresti piacere di rivedere. A far da cornice al matrimonio, la neve, ed una giornata di sole sorprendente, anche se freddissima. Quanto avrei voluto essere lì…per fortuna ci sono tante, tante, tante bellissime foto a testimoniare una giornata allegra e magica!

Il bouquet è stato oggetto di varie riunioni, di un aperitivo a “Le biciclette” di Milano, appollaiate sugli sgabelli in strada, di telefonate ansiose e di una mezz’ora a sfogliare, cercando l’ispirazione, i libri che ho cari più di un tesoro, perchè lo sono, il tesoro di questa fiorista che scrive…Il risultato è stato chiaro, un giorno che si definiva il colore dominante della cerimonia: rosso! Rose rosse, quindi. Rose di un rosso intenso, illuminate qua e là da perle e strass, chiuse da un nastro avorio…rose tutte intere, una scelta un pò controcorrente, ma che ha reso il bouquet ricco. E un ramo di pino argentato, profumato di bosco, per ricordarci che anche l’inverno, anzi, proprio l’inverno, riserva soprese uniche…

Ad accompagnare gli sposi, mentre diventavano tali, c’erano anche le boules di rose rosse, grandi, di un rosso intenso e profumato, con cui abbiamo pensato di ingentilire il tavolo del comune…era come se fossi un pò lì anche io, non credete?

Le stesse rose che ornavano le boules, ho voluto che accompagnassero gli sposi in macchina e fino al ristorante dove si è tenuto il ricevimento. C’erano gli amici più cari, c’era una nuova coppia che si ama moltissimo, non poteva mancare un tocco di agrifoglio beneaugurante!

Fuori dal Comune, amici e parenti erano pronti a festeggiare la nuova coppia. Nelle foto tutti sono sorridenti e si respira la stessa felicità che ieri ha pervaso la giornata. Le invitate sfoggiavano tutte un particolare rosso, una borsa, una sciarpa, una cintura…E gli invitati…beh, gli invitati erano tenuti a dimostrare di aver rispettato la richiesta scherzoa degli sposi: sfoggiare un paio di calze rosse. E c’era anche una composizione di pino argentato e di rose, fil rouge della giornata, una delle quattro con cui è stata ornata la scala che portava alla sala consigliare. Vi lascio con questa foto, che riassume questa giornata di gioia, e che ancora una volta si commenta da sola!

Annunci