Creazione Rosa peonia Couture

Cito “La tempesta” di Shakespeare non perchè mi sia montata la testa, ma perchè trovo questa citazione abbia il valore di verità assoluta. Spesso quello che sogniamo, se prolunghiamo il sogno nella nostra realtà, nei nostri desideri, diviene reale. Ho sempre amato disegnare abiti da sera, colorati e ricchi. Ma i disegni erano sempre rimasti nel cassetto. Poi la sposa che è custode della vetrina ha preteso un abito nuovo, a balze, rosa, immenso, per San Valentino. Ed ecco che quella strada dimenticata, improvvisamente, è riaffiorata dai ricordi. All’abito rosa è seguito un abito giallo, da star, ornato da orchidee, che non avrebbe sfigurato sulla passerella della notte degli Oscar. Ed è lì che le due sostanze, sogni e realtà, mi hanno confermato con certezza che sono simili, uguali. Sto disegnando da giorni. Tre amiche saranno a breve damigelle, al matrimonio dell’amica più cara, con un abito disegnato da me. Un sposa con la mamma è venuta timida, a chiedermi se potevo disegnare qualcosa per lei. Ci ho provato, ed ecco un altro vestito che prendeva forma, ed ecco che la sostanza di un sogno, diventava un abito da poter portare nei miei giorni. Ricordo quando ho puntato con degli spilli gli scampoli giallo sole, inv0cando Coco Chanel, perchè bisogna sempre puntare molto, molto alto!, e pregando ancora di più di non fare danni. Dà un piacere infinito toccare un tessuto che, poco prima, era solo un tratto sulla carta, e vedere che quel drappeggio o la piega, diventano nella realtà un dettaglio di stile. La sposa aspetta. Un altro abito, che scaturirà da un tessuto indiano, stupendo, regalatomi da un’amica della bottega, che crede ne farò qualcosa di buono. Aspetta altri fiori, altre balze, qualche strass. Aspetta un altro disegno, una ulteriore conferma che l’abito che indosso è stato fatto proprio per me. Credetemi: realizzare ciò che sogniamo è un progetto di felicità di sicuro successo!

Annunci