Tag

, , , , ,

Poi, verranno le foto, i commenti e un resoconto dettagliato di come è stata, questa sfilata (avete capito bene, una sfilata di abiti, per la prossima primavera/estate, “targata” IsaDeRò)  che, solo tre mesi fa, non esisteva. Adesso, però, accontentatevi delle sensazioni. La prima, quella di un affetto e di un coinvolgimento che non avrei mai immaginato: un gruppo di persone, che hanno assecondato questa follia, con entusiasmo, attenzione, disponibilità ed estrema serietà. Le mie modelle, le mie “IsaDeRò Ladies”, partite un pò titubantii, si sono trasformate in esperte di moda, scambiandosi pareri sugli outfits, su come sfilare, sul colore delle scarpe da abbinare ai miei abiti. Sono stati giorni di prove convulse, avanti e indietro per provare e riprovare, accorciare orli, stringere o allargare, camminare! per vedere se lo spacco fosse sufficiente o meno. Mai, mai mi sono sentita più compresa o coccolata come in questo periodo. Ho fatto richieste, e ho visto solo occhi attenti, dall’altra parte di fronte a me solo persone pronte ad accontentarmi, a tradurre quello che pensavo, a volte senza nemmeno bisogno di esprimerlo. Molti gioielli, molta stoffa, molte risate, molta ansia dopo, e prima che sia…moda!, lo voglio dire ora, proprio ora, a tutti coloro che hanno reso questi mesi già fantastici e indimenticabili, qualsiasi sia la strada che ci riserverà la sorte: grazie grazie grazie! A (in ordine assolutamente sparso) Camelia, Enza, Arianna, Tiziana, Anna, Elisa, Morena R. e Morena, Stefania, Laura, Federica, Alessandra, Carola, Giorgio, Laura, Fabio, Michela, alla strepitosa Signora Pina, a Danilo, Giulia, Luca, Vittorio, Alessandro, Giuseppe, Marzia, Eleonora, Barbara, Fabio, Stefania, Daniele, Ory. A chi mi ha motivato con affetto smisurato e fiducia cieca (e spero ben riposta) nelle mie possibilità: Barbara, Marzia, Morena, Marzia G., Anna, il mio meraviglioso, eroico marito, i miei genitori, senz’altro una nonna sarta, che ha guardato giù, quando mi è venuta voglia di puntare con degli spilli dei pezzi di stoffa su un manichino, e che ora forse se la ride con una zia che mi guarda sorridendo mentre fuma l’ennesima sigaretta… A presto!

Annunci