Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Wedding-FactoryIn questo fine settimana si sta svolgendo un evento che ha attirato la nostra attenzione: “Wedding Factory”, alla sua seconda edizione. Organizzato da “Braveart Factory”, delle brillanti Anna Bernini e Maria Simone, in collaborazione con “Le jour du oui” di Cristina di Giovanna, giovane wedding planner dalle idee chiare e dallo stile personalissimo, l’evento ha raccolto molti ed originali operatori di settore, sotto l’insegna dell’eccellenza. Quello che ci ha colpito di Wedding Factory, ed uso il plurale perchè l’abbiamo visitata in forze (noi di A.W.P. eravamo in 15!) sia alla preview ad invito, sia ieri, è stata proprio la sua natura di fabbrica, di fucina di idee. I fornitori hanno condiviso lo spazio (che tra l’altro, viene affittato per qualsiasi tipo di evento ed è una struttura tipica milanese di grande charme), con uno spirito di collaborazione e di sinergia invidiabili. Le idee sono tante, particolarissime, a formare un percorso di forte ispirazione non solo per le coppie di futuri sposi, ma anche per gli operatori stessi di questo settore. C’è Francesca Longari, di “Nella Longari Home”, che vi permette di dare un’impronta personale e molto chic alla lista nozze, facendola tornare ad avere un significato profondo di complemento ad una casa che dovrà rappresentare voi e il vostro gusto. C’è Sofia de “Il Profumo dei Fiori”, che è l’anima floreale di tutta la manifestazione, e che con gusto british ed intimo ha creato un percorso emozionale che rispecchia perfettamente lo spirito dell’evento. Ci sono Ludovica Febbroni di “V as Love”, che crea bouquet con ricordi, stoffe, ritagli, ed ogni oggetto che conta davvero per voi, rendendolo un bene prezioso per sempre, e le compagne di viaggio di “Responsible Chic”, che creano viaggi di nozze come abiti, tagliati su misura ed eco sostenibili, rendendovi cittadini del mondo. C’è Ara di “Caratterino” (che, attenzione!, è un tipo di carattere, e nulla ha a che vedere con l’accoglienza solare e disponibile che ci ha riservato!), che realizza per voi un progetto grafico che accompagna partecipazioni ed anche tutto ciò che volete resti nella memoria di ospiti e amici. Segnalo qui le idee che mi hanno colpito di più, ma senza nulla togliere a tutti gli espositori, che sono eccezionali, e i cui nomi potrete trovare sulla pagina Wedding Factory di Facebook. Ci sono abiti da sposo, divertenti ma sempre eleganti, di ottimo taglio e ottimo gusto, della “Sartoria Mariotti”. Ci sono i musicisti di “Jazz Lag”, nome che è tutto un programma, e che programma! Da far venire voglia di restare lì a chiacchierare con gli amici con un calice di vino rosso fra le mani, mentre fuori arriva la sera e un pò di nebbiolina.  C’è Luca Taschini, giovanissimo calligrafo di una gentilezza di altri tempi, schivo e adorabile, che pazientemente ha scritto i nomi di tutte. C’è Paola Bianchera, hair and make up stylist, che ha reso ancora più belle le spose che passavano di lì e restavano incantate dal suo tocco. Ci sono le torte di “Nana & Nana Cakes”, presentate da una fata tutta riccioli e sorriso, dolce come una delle creazioni di pasticceria. C’è un catering, “Già…in cucina” che, mi dicono!. ha fatto venire l’acquolina in bocca anche alle più esigenti…

Le-nostre-meravigliose-compagne-di-avventura,-le-associate-AWPSoprattutto, c’erano e ci sono le associate A.W.P., un gruppo compatto, appassionato, affettuoso, con gli occhi spalancati su novità, pronte a prendere contatti, a collaborare. Questo meraviglioso circolo di donne entusiaste, coerenti, professionali, organizzate, lo dico senza retorica, mi commuove. Quando le guardo negli occhi, ci vedo un futuro da costruire, ma con il sorriso sulle labbra, con tanti indirizzi scambiati, con le telefonate quasi ogni giorno a sentire come stanno le altre. Con la raccolta di biglietti da visita che possano essere utili anche alle consociate. Se penso alla parola “amicizia”, questo scambiarsi sguardi, riconoscendosi nel volere comune di ricercare e creare sempre il bello, mi sembra la cosa più vicina. Dimostrazione è che, ogni volta che ci si saluta, io un pò triste la sono.  In questa foto, nel modo in cui mi sorridono, cè il nostro progetto. Ci siamo lasciate con la promessa di rivederci presto, prestissimo, e con molti sogni, in un cassetto aperto, però. Insomma, noi di A.W.P., dove c’è passione, qualità, professionalità, ci siamo. Sempre!

 

 

 

 

 

 

Annunci