Essere-CoachParto dal blog, perchè è da qui che sono decollati tutti i miei progetti. E parto dalla mia foto, perchè nell’affrontare questa attività metto in gioco prima di tutto me stessa. Mi occupo di business e personal coaching dal 2007, e fino ad oggi l’ho ritenuta un’attività complementare e parallela a quella di formatrice e docente. Senza l’una, ritenevo impossibile svolgere a pieno l’altra, in particolar modo nell’area di interesse in cui le ho praticate per anni: quella dell’analisi degli abilità individuali caratterizzanti, in relazione allo start up di un’attività di consulenza centrata su un evento emozionale come il matrimonio. Molti sono stati i riscontri positivi, molte le richieste affettuose da parte di studenti seguiti, che mi hanno spinto oggi ad ampliare e completare il mio raggio d’azione. Il personal coach non è un amico, ma è senz’altro un compagno di viaggio, cui spetta osservare da vicino chi si affida a lui, cogliendone ogni sfaccettatura del carattere, ogni punto di forza e di debolezza, capacità mature ed aree di miglioramento. Non è compito del coach giudicare, ma ascoltare quali sono le esigenze ed attese del suo cliente, e creare un percorso per raggiungerle e mantenerle. Per essere un compagno di viaggio confortevole, nel mio bagaglio ci saranno senz’altro i principi della P.N.L., le teorie di Paul Ekman, e una fortissima, appassionata e costante curiosità verso il mio prossimo e verso ogni tipologia di relazione sociale.

Per contatti e info

mail: idr.personalcoach@gmail.com- mobile: 328 1537761

Annunci